Home League of Legends Esports LPL Spring split recap

LPL Spring split recap

Lo spring split 2021 per quanto riguarda il massimo campionato cinese di League of Legends è giunto al termine e con le squadre ormai impegnate nei playoff ricapitoliamo come si sono comportate durante la competizione le migliori compagini dell LPL

ROYAL NEVER GIVE UP 14W-2L
La storica squadra ha vissuto un periodo di rinascita e ha vinto agevolmente l’ LPL, guidata da Xiaohu, che dopo il cambio di ruolo(da midlaner a toplaner) sta mettendo a ferro e fuoco le corsie superiori, superando ogni più rosea aspettativa e creando con il jungler Wei un duo aggressivo in fase di lane e affidabile nei teamfight.

-EDWARD GAMING 13W-3L
Un’altra storica compagine che sembra aver ritrovato il successo degli anni passati; una storia di rinascita in tutti i sensi perchè anche in questo caso sono le prestazioni del toplaner Flandre a risultare particolarmente sorprendenti se confrontate con quelle degli ultimi due anni che non lo avevano sicuramente visto brillare. Anche l’inserimento dell’ ADC Viper, che sembra aver ritrovato il livello di gioco che lo ha distinto durante gli anni ai Griffin, sta funzionando alla perfezione.

RARE ATOM 10W-6L; TEAM WE 11W-5L
Senza dubbio queste due squadre sono le sorprese che in pochi si aspettavano a inizio anno, i Rare Atom grazie al loro gioco aggressivo incentrato sul dominare la botlane e mettere l’ADC iBoy in condizione di decidere i teamfight, reso possibile dalla grande dinamicità del jungler Leyan  e dall’affidabilità del midlaner FoFo. Per quanto riguarda i WE sono semplicemente una squadra quasi completamente nuova dove ogni singolo membro sta performando a un livello che probabilmente nessuno si sarebbe aspettato, anche per loro fondamentale l’asse jungle-bot che vede protagonisti Beishang Jiumeng.

FUNPLUS PHOENIX 11W-5L
FPX  che si lasciano guidare dalla botlane con LWX che sta performando a livelli da miglior adc del torneo(se non del mondo), accompagnato dal support Crisp che si conferma sempre estremamente solido sia in corsia sia nei teamfight. Tuttavia non sono tutte buone notizie, infatti l’inserimento di Nuguri in LPL si sta rivelando più lento del previsto ed il campione del mondo non sta ancora performando al livello che ci si sarebbe aspettato, un discorso simile può essere fatto anche per il midlaner Doinb e lo storico jungler Tian che ha dovuto cedere il passo in più occasioni al più affidabile Beichuan.

TOP ESPORTS 12W-4L; JD GAMING 12W-4L
Entrambe le squadre hanno avuto motivi per sorridere ma anche qualche preoccupazione in più del previsto, i TOP si confermano una corazzata di altissimo livello con il toplaner 369 e l’ADC JackeyLove, che sembrano aver alzato ancora l’asticella delle proprie prestazioni, tuttavia il midlaner Knight sembra aver fatto un lieve passo indietro rispetto allo status di miglior ADC al mondo con cui si era presentato agli scorsi mondiali.
Per quanto riguarda i JD invece il toplaner Zoom si conferma uno dei migliori nel ruolo, in particolar modo in fase di corsia, buone anche le prestazioni dell’ADC LokeN, mentre il mid Yagao e il jungler Kanavi sembrano non aver ancora raggiunto il loro migliore stato di forma.

SUNING GAMING 10W-6L; RARE ATOM 10W-6L
Per quanto riguarda i Suning hanno trovato conferme dalle buone prstazioni dell anno scorso qualificandosi ai PO guidati dal duo jungle-top formato da SofM e Bin, mentre i Rare Atom sono stati una piacevole sorpresa grazie alle ottime prestazioni del mid FoFo e soprattutto dell ADC iBoy.

INVICTUS GAMING 9W-7L; LNG ESPORTS 8W-8L
Gli IG mostrano di soffrire degli stessi problemi che li hanno seguiti nelle stagioni successive alla vittoria del campionato del mondo, TheShy che fa e disfa a piacimento e la difficoltà nel trovare continuità nella botlane nonostante il continuo turnover tra i membri, nota molto positiva invece l’inserimento del nuovo jungler XUN. Per gli LNG invece ottimi segnali dal “duo” mid-support formato da Icon Iwandy, mentre Tarzan sembra ancora lontano dai momenti di predominanza che aveva mostrato ai Griffin.