Home League of Legends Guide LoR: Deck Guide ~ Nasus/Thresh Control

LoR: Deck Guide ~ Nasus/Thresh Control

Ben trovati amici di Outplayed!

Sono passate due settimane dalla Patch 2.5 che ha portato uno dei maggiori cambiamenti in LoR ed un meta completamente nuovo e ricco di deck. Infatti, con la scomparsa di Aphelios e TF/Fizz (ancora viabile, ma notevolmente indebolito) in seguito ai pesanti nerf ricevuti, molti deck sono riusciti ad affermarsi ed a trovare un loro posto nel meta. Tra questi vi è il mazzo di cui voglio parlarvi oggi: Nasus/Thresh Control.

Deck nato con l’uscita di The Empires of the Ascended, si basa su una strategia simile al vecchio Endure con un taglio più control per sfruttare al meglio la nuova meccanica di Slain che ci permette di buffare permanentemente Nasus ogni volta che uccidiamo un alleato o un’unità nemica.

                    

Ad affiancare il nostro asceso abbiamo Thresh e le Shadow Isles. Infatti qui troviamo molte unità e incantesimi che ci permettono di sacrificare le nostre unità per generare vantaggio e pressione sul board. Inoltre, abbiamo anche la possibilità di includere una o più copie di Atrocity che unita al nostro Nasus livellato risulta spesso una win-condition sicura ed efficace.

Questo deck differisce un po’ dai control più tradizionali comportandosi quasi come un tempo deck, basti pensare che il nostro piano di gioco si basa sul controllare il board avversario schierando dei veri e propri muri di unità da poter opportunamente sacrificare per realizzare la nostra win-condition. Per questo motivo esistono due versioni leggermente differenti del mazzo: una che punta ad una maggiore aggressione in early game con unità come Baccai Reaper e Blighted Caretaker ed una che invece tende a capitalizzare sui continui trade per controllare il board e preparare la strada a Nasus. In entrambe le varianti abbiamo però delle carte fondamentali che caratterizzano il mazzo. Black Spear si è dimostrata uno dei migliori removal che il deck possa utilizzare, mentre carte come Spirit Leech e Glimpse Beyond ci permettono di tenere la nostra mano rifornita di risorse per portare avanti il nostro piano di gioco.

Vediamo un esempio di decklist per entrambi gli stili di gioco:

Nasus/Thresh – Value Version 

CMBQEBAFAMIAIBAHBUNC6UIGAECQWIRIGAYTIAQBAECRSAIEA45QA

Nasus/Thresh – Early Aggression

CMCACAQFAQBAIBIDCABQIBYCDIXQKAIFBMRDAMJUAIAQCBIZAICAOO3ZAEAQIB2R

 

Match-Ups 

La forza di questo mazzo sta nella sua estrema versatilità: grazie alla sua capacità di schierare molte unità riesce a gestire bene gli aggro, ma al tempo stesso grazie a Nasus presenta una grossa minaccia per il late game contro midrange o control. Le regioni che risultano più problematiche sono sicuramente Targon e Ionia dato che posseggono gli strumenti adatti per arginare o annullare le nostre win-condition, ad esempio Hush, Homecoming o Eye of the Dragon.

Nel dettaglio del meta attuale:

  • VS Lee/Zoe – Karma/Zoe
    Sebbene questi due mazzi siano molto diversi tra loro, ho deciso di raggrupparli dato che risultano i match-up peggiori visto che portano una combinazione di Targon e Ionia che risulta deleteria per noi. Il modo migliore per gestire il match-up è quello di mulligare per un forte early game, cercando unità come Cursed Keeper e Ravenous Butcher, in modo tale da mettere sotto pressione l’avversario prima che stabilizzi il board.
  • VS Spider Burn – Nightfall Aggro – Discard Aggro – Lucian/Azir Aggro
    Anche qui quattro mazzi diversi tra loro, ma verso i quali ci comportiamo in modo analogo. Più che cercare l’aggressione, che risulta comunque una buona scelta in certe situazioni, puntiamo a sviluppare una barriera con numerose unità bloccanti per poter fermare l’aggressione avversaria e vincere poi grazie ad un Nasus che risulta spesso impossibile da rimuovere per i nostri avversari (Nota: fate attenzione a possibili Hush o Moonlight Affliction da parte di Nightfall)
  • VS LTC (Lissandra Trundle Control)
    Match-up che risulta abbastanza ostico data la capacità del mazzo avversario di contenere la nostra aggressione e la nostra impossibilità di rispondere alla combo con The Watcher, la nostra salvezza risiede nella chiusura con Nasus + Atrocity.
  • J4 Midrange
    Match-Up che risulta tendenzialmente positivo dato che forziamo le risposte dell’avversario con continui trade e rimozioni. Nasus risulta scomodo da gestire per i nostri avversari e con il giusto set-up ci conduce spesso alla vittoria. Se affrontante la versione che porta Shen e Ionia giocate attorno a Deny per quando siete pronti a chiudere con Atrocity, mentre contro la versione con Taric e Targon dovete sempre giocare attorno ai possibili Hush avversari.

Con questo è tutto per oggi, vi ricordo che il Torneo Stagionale di fine Aprile si avvicina sempre di più e pertanto vi consiglio vivamente di provare il deck, che sta riscuotendo un notevole successo sia in ladder che in ambito torneistico. Grazie a questo mazzo mi sono aggiudicato un posto nella Top200 Master del server EU e pertanto ho deciso di includerlo nella mia line-up per i playoff all’Amazon University Esport dove Venerdì 23 Aprile mi giocherò la finale!

Alla prossima guida!