Home League of Legends Esports Player Guides: Kai’sa by Rayito

Player Guides: Kai’sa by Rayito

Kai’sa è dal tempo della sua introduzione un ADC molto popolare per la sua capacità di giocare sia front to back che in dive in con la sua ultimate che gli permette di giocare offensivamente e di navigare i fight in maniera molto dinamica.

Rune ed Abilità

Le rune di questo personaggio sono cambiate nel tempo, ma si sono stabilizzate da un po’ di tempo su Hail of Blades come keystone: questa runa permette di creare trade rapidi ed efficaci che non creano finestre troppo grandi per gli avversari che vogliono abusare di questo AD la cui fase di corsia non è delle più forti.

 

Per far fronte a questo le altre rune si concentrano sul sustain per mitigare la perdita di Hp causata dal suo basso range: Taste for Blood e Ravenous Hunter sono le migliori del ramo di Domination mentre il ramo secondario ha come opzione i boots i biscotti e cosmic insight; l’ultima è la più situazionale ed è da selezionare quando si è in una corsia favorevole dove è possibile prendere vantaggi senza forzare kill.
Il ramo secondario non deve per forza essere inspiration: anche precision offre delle ottime opzioni come Presence of Mind e Bloodline. Precision andrebbe selezionata nelle linee dove il push è essenziale e quindi spammare Q ci costringerà ad usare molto mana, un consumo che può essere mitigato da Presence of Mind.

Lo Skill Order è molto semplice: in fase di corsia è importante prendere la W a livello due per il potenziale di poke e di chiudere i trade dalla distanza; per quanto riguarda il maxing seguiamo quelle che sono le evoluzioni a cui miriamo quindi Q -> E -> W ed R quando possibile.

Item Build

Come le rune anche l’itemizzazione di questo campione ha subito grossi cambiamenti durante la sua permanenza sul rift. A causa della sua passiva è necessario raggiungere determinati bonus in AD ed AS per attivare le evoluzioni delle abilità che sono powerspike fondamentali del champion.

I primi due item sono sempre Kraken Slayer e Phantom Dancer per evolvere rapidamente sia Q che E: la prima si evolve con Kraken e 2 Long Sword mentre la seconda avviene con l’acquisto della PD.
Come stivali i Berserker sono fondamentali per far evolvere la E, per questo motivo non penso che altri stivali siano viabili su questo campione.
Dopo questi due oggetti andiamo già nel regno degli oggetti situazionali: Serprent’s Fang è ottimo se gli avversari hanno un buon numero di scudi, altrimenti Collector è estremamente efficace contro composizioni con massimo un tank; infine Lord Dominik è utilissimo contro bersagli tankosi e con molta armor.

Dopo i primi 3 oggetti possiamo parlare di “luxury” items: Infinity Edge è l’item da acquistare per massimizzare i danni in una composizione front to back, Bloodthirster è anch’essa viabile come opzione più difensiva. Oltre ad oggetti che aumentano i danni è sempre possibile acquistare oggetti difensivi come QSS e Guardian Angel che aiutano moltissimo nelle composizioni da dive in.

Early Game

Come già anticipato Kai’sa non è particolarmente forte nelle fasi iniziali della partita e necessita delle sue evoluzioni e powerpsike per avere un forte impatto sul game.
Nella fase di corsia è importante prendere il controllo, assieme al support, del bush laterale della corsia per impedire agli avversari di creare trade positivi troppo facilmente.
Nella maggior parte delle situazioni saranno i vostri avversari ad avere il push, ma in caso vi trovaste in posizione di vantaggio avete due opzioni: pushare costantemente con l’ausilio della Q e far crashare la terza wave in torre, questo vi permetterà di recallare e tornare sul rimbalzo della wave costringendo gli avversari in una situazione di svantaggio. La seconda opzione è quella di mantenere un push costante, senza esagerare, per mantenere il controllo della corsia e permettere al jungler di ottenere Scuttler bot e magari mettere pressione nella jungle avversaria.

Detto questo Kai’sa rimane un campione molto forte negli all in specialmente se affiancata da qualcuno con molti CC come Alistar, Galio o Rell. In ogni caso è importante cercare i trade solo quando HoH è attivo e di cercare di farlo lontano dalla wave di minion per massimizzare l’effetto della Q, inoltre la W è ottima per chiudere le stack di plasma dalla distanza nella stessa maniera in cui Varus chiude i trade di Q.

Mid e Late Game

Dopo la fase di corsia è normale che l’ADC si muova in corsia centrale e, nel caso di Kai’sa, è necessario l’ausilio del team per creare pressione tramite il push. Questo perchè il basso range di questo champion gli impedisce di aggredire la wave senza avere supporto. Ovviamente questo non le impedisce di attaccare l’avversario in 1v1 quando possibile dato che Kai’sa è un ottima duellista.

Dopo che si è ottenuto il controllo della corsia centrale è importante muoversi e cercare pick con il proprio jungler e support facendo uso della ultimate, un’altra possibilità è quella di droppare dei minion per giocare con la ultimate ed il resto del team.
Se nel vostro team è presente un control mage potete sempre andare in side con Kai’sa le cui capacità in 1v1 e 2v2 sono ottime.

Se giocate in una full dive comp è importante seguire sempre il team e tenere sotto controllo i cooldown avversari: una volta che gli avversari hanno usato i CC sui diver primari dovreste potere saltare nel fight senza paura; la stessa cosa vale se si gioca front to back, è sempre possibile attaccare la backline dopo i controlli sono stati usati.

Sinergie e Counterpicks

Le sinergie di Kai’sa sono abbastanza ovvie. I supporti con CC sono i compagni di lane ideali per lei e questo è uno dei motivi per cui è difficile aver il controllo della wave: la combinazione di supporto melee ed AD a corto raggio costringe il duo a basarsi su trade positivi per asserire controllo sulla corsia. Per quanto possa sembrare una buona idea mitigare la debolezza di Kai’sa in early con un supporto ranged i benefici nel mid e late game di un engager support sono molto più alti.

Anche se ha una fase di corsia debole questa può risultare disastrosa contro alcuni campioni che hanno un buon range e scalano bene come Jinx, Aphelios o Kog’maw.
Xayah è particolare poichè la sua ultimate rende il dive di Kai’sa inutile ed il suo push passivo con le piume non permette di controllare la bot rendendo Xayah un pick estremamente forte contro questo champion.
Ezreal invece è il match up perfetto per Kai’sa dato che non può pushare in maniera efficace e la sua fase di corsia è anche più debole di quella di Kai’sa

 

 Tips and Tricks

  • Sempre iniziare i trade di W quando il bersaglio è controllato: il danno della W non è da sottovalutare e le stack di plasma sono un bonus non da poco.
  • Le animazioni di evoluzione delle abilità possono essere interrotte spammando il tasto di richiamo base subito dopo aver iniziato l’evoluzione
  • La W è un ottimo strumento di scouting per controllare cespugli ed obiettivi neutrali
  • è possibile saltare i muri con un buon posizionamento della ultimate