Home League of Legends Esports Grandi cambiamenti da parte dei Team Liquid LoL.

Grandi cambiamenti da parte dei Team Liquid LoL.

Dopo giorni di speculazioni nel mondo di Twitter e non solo sono finalmente arrivate
comunicazioni ufficiali da parte del management dei Team Liquid, in particolare da Steve
Arhancet, proprietario dell’organizzazione che ha deciso di fare una piccola conferenza stampa per mettere a tacere le voci e fare chiarezza sulla situazione in cui si trova il suo
team.

In primis ha annunciato le dimissioni con effetto immediato dell’head coach Jatt, dopo 14 mesi arriva a una conclusione il suo percorso nell’organizzazione.

Nonostante i buoni risultati ottenuti e i ringraziamenti ricevuti da Steve, queste dimissioni sembrano essere frutto di un atteggiamento deleterio da parte sua con il suo roster, evidenziato dai tweet di Alphari in seguito alla sua sostituzione e dal video di Thoorin (qui il link) che ha scoperchiato il vaso di Pandora riguardo la sua personalità.
Altro fattore importante le enormi pressioni subite nei social media dopo questo inizio di split molto difficili e per le scelte discutibili che ha preso.

Oltre a questo cambio repentino ma non del tutto inaspettato sono stati trattati altri
argomenti sensibili riguardo al coaching staff e al roster.
Kold, assistant coach fino a questo momento prenderà il posto di Jatt come head coach,
scegliendo la strada della continuità interna.
Per Alphari si conferma la sua pausa fino al 27 di questo mese, dopo quel giorno si
riuniranno staff e roster per discutere riguardo il suo rientro e i modi.
Nel mentre Jenkins resterà nel main roster e nel momento del ritorno di Alphari diverrà
il sesto uomo all’interno di un “six men roster”, come detto da loro.

Ultimo argomento trattato prima dello spazio lasciato alle testate giornalistiche per eventuali domande è stato lo stato di salute di Santorin.
Il ragazzo soffre di forti emicranie dall’inizio dei playoff scorsi e tutt’ora non sono stati in grado di risolvere questo problema.
Motivo per cui si prenderà una pausa dalle competizioni per cercare di risolvere questo
problema molto debilitante per lui.
Armao subentrerà come jungler principale fino alla sua completa ripresa.

Nello spazio dedicato ai giornalisti è emerso come l’organizzazione ha gestito male la
situazione che si è creata e che cercherà di essere il piu’ trasparente possibile, garantendo
ovviamente massimo supporto ad Alphari e a Santorin.
Inoltre gli obiettivi del team non cambiano, andare ai prossimi mondiali e cercare di vincere questo split.

Se volete vedere la conferenza stampa qui il link.