Home League of Legends Esports LEC Week 3 – Chi sale e chi scende

LEC Week 3 – Chi sale e chi scende

Terza settimana di LEC che ci ha regalato tanti big match e altrettante sorprese in una lega ormai sempre piu’ equilibrata che favorisce lo spettacolo per i tifosi.
Vediamo quindi chi ci ha fatto divertire e chi ci ha fatto storcere il naso per le loro prestazioni poco convincenti.

Chi sale

 

Vitality

I vincitori indiscussi di questa settimana, infilano due colpacci consecutivi battendo i campioni in carica Mad Lions e dominando i G2.
Selfmade ci avvisò del potenziale di questo team le scorse settimane e lo abbiamo visto, draft intelligenti, fasi di corsia molto forti e capacità di “prendere” i teamfight nel momento giusto.
Il limite maggiore di questo roster sono loro stessi e se riuscissero a trovare la quadra (come sembra) potrebbero avere la concreta possibilità di prendere uno dei tre posti disponibili per il mondiale.

Fnatic

La rivalità storica con i G2 ha sempre offerto dei match spettacolari e anche questa volta non ha deluso le aspettative.
La sorpresa piu’ grande è stato quel teamfight 4v4 con 3 mila gold di svantaggio, incredibile come un solo pick (Taric) sia stato in grado di sopperire a un deficit importante in un momento chiave.
Con una draft aggressiva come quella dei nero arancio quel fight ha completamente stravolto la situazione, 5 per 0, gap colmato e da li’ la confidenza per mettere KO dei G2 stranamente fuori forma.
Attenti a salire sul loro carro però, sono un team incredibilmente aggressivo e rispetto allo scorso split con qualche sicurezza in piu’ ma uno stile simile può ritorcersi contro se non eseguito alla perfezione, attendiamo ulteriori conferme.

Razork & Hirit

Onore al merito quando dovuto.
Questi due stanno performando in maniera pazzesca e sembrano il miglior Top/Jungle duo della lega.
Hirit ha fatto uno step-up pazzesco e si sta affermando game dopo game come uno dei carry della squadra prendendo le risorse necessarie e sta mostrando uno stato di grazia inaspettato
Probabilmente la migliore Gwen in Europa (Snip Snip) e insieme a Razork il vero motivo del successo dei Misfits.
Per Razork, con buona pace dei tifosi, parlare di MVP e miglior jungler della lega non è millantare.
E’ un passo avanti agli avversari, fa sempre la scelta giusta e ha capito che i suoi carry si trovano nella parte superiore della mappa.
In un meta di swap, jungler inventati e scelte discutibili sviluppare i propri talenti dandogli fiducia sta ripagando.
Ora però arrivano una serie di match piu’ complicati che ci diranno chi sono davvero i conigli, loro sembrano pronti al grande salto.

Chi scende

 

G2 Esport

Se abbiamo un vincitore ovviamente deve esserci uno sconfitto e in questo caso sono (incredibilmente) loro.
Mentre i meme vanno a gonfie vele (Il pick di Karma, le draft di Grabbz) sulla landa va tutto male.
Fuori fase nei momenti clou e con alcuni elementi chiave in estrema difficoltà, Caps su tutti, chiudono la settimana nel peggiore dei modi, 0-2.
Saranno li quando conterà e rimangono assolutamente i favoriti ma sembra che il meta e la potenza dei draghi abbia tolto la magia agli ex finalisti mondiali.

Excel

Solo per aver dato la prima vittoria al team che era 0-6 si meritano di stare qui.
Parlando un pelo piu’ seriamente peccano di idee, di draft decenti e di qualità singole, cosa assolutamente insolita per una organizzazione molto seria e con un coach come Youngbuck, eppure continuano a sostituire giocatori senza ottenere risultati migliori.
Sembra di vedere un film già visto e con una lega cosi competitiva potrebbe essere troppo tardi per fare degli aggiustamenti.

Larssen

Avrei potuto mettere lo Schalke che sta continuando a perdere senza dare segnali di ripresa o i Mad Lions che non hanno nè capo nè coda al momento ma credo che sottolineare una serie di prestazioni negative da parte di uno dei migliori giocatori della lega sia importante, perchè inaspettato.
Una settimana complicata nonostante le due vittorie e una partita su uno dei suoi campioni preferiti, Akali.
Le sconfitte subite contro G2 e Fnatic pesano e la classifica potrebbe essere bugiarda, Hans Sama e Inspired sono in formissima eppure le draft fatte non aiutano, Larssen deve riprendere il suo dominio.

Articolo precedenteVALORANT: annunciata nuova mappa e un nuovo agente
Articolo successivoLa Stagione 5: In Deep Water di Call of Duty Mobile è in arrivo il 29 giugno
Pen and paper.