Home League of Legends Esports LEC Week 4 – Chi sale e chi scende

LEC Week 4 – Chi sale e chi scende

Giro di boa per il League European Championship che con la conclusione della quarta settimana inizia il “girone di ritorno” con molta incertezza e con degli equilibri molto delicati, infatti nessuno ha i favori del pronostico e ogni incontro può andare da entrambe le parti.
Bando alle ciance vediamo chi ha brillato durante questa settimana e chi, invece ha fatto decisamente piu’ fatica.

Chi sale

Markoon e Advienne
Possono due rookie cambiare totalmente faccia a un team che fino a quel momento era risultato mediocre? Decisamente.
I due ragazzi provenienti dal team di sviluppo dell’organizzazione inglese hanno esordito con due prestazioni incredibili, specialmente Markoon, producendo due vittorie di prestigio contro G2 e Vitality rilanciandosi prepotentemente per un posto ai playoff.
In attesa di sapere se sarà un fuoco di paglia o meno vanno fatti i complimenti a loro, la parola rookie perde di valore sempre di piu’.

Astralis
Quando giocano in 5 sono decisamente un miglior team, il problema è che Promisq è fin troppo incostante.
Settimana 2-0 battendo i piu’ quotati Vitality e rilanciandosi in classifica, proprio come gli Excel.
Essendo il primo a non avere fiducia in questo team vederli succedere è un piacere, specialmente quando un giocatore nettamente in difficolta come Promisq riesce ad avere una buona settimana.
Nella seconda parte del campionato servirà piu’ continuità per loro se vogliono puntare ai playoff

Rogue
La versione europea dei Damwon Kia non produce prestazioni spettacolari ma la consistenza di questi ragazzi è seconda a nessuno in LEC.
Trovano sempre un modo per restare a galla e poi colpire nel loro momento migliore, cambiando il momentum dell’ incontro in loro favore.
Inspired è uno dei migliori jungler in Europa e la bot lane Hans Sama/Trymbi è probabilmente la migliore che ci sia.
Non sono ancora nella loro miglior forma (Larssen sta avendo uno split complicato) eppure continuano a vincere, gli altri devono preoccuparsi.

Chi scende

G2 Esports
Solo per essere tornati in base a 15 secondi dall’elder dragon e aver buttato alle ortiche un match vinto con piu’ di 10 mila gold di vantaggio.
Kudos ai Misfits per non aver mollato e aver punito un errore cosi grave ma è stato davvero un errore imperdonabile quello fatto dai G2 che cosi concludono un’altra settimana 0-2, allungando la loro lose streak a 4 di fila.
Vinceranno questo split e saranno fenomenali ai mondiali, perchè quando conta loro ci sono sempre, intanto sono un team “mediocre” con evidenti problemi.

SLT
Simbolo della settimana complicata che hanno avuto i Vitality, lui è quello che piu’ è andato in difficolta con due performance veramente sotto la media, soprattutto quella su Gankplank è stata mediocre con decisioni sbagliate e ultimate fuori dal bersaglio.
Il suo split è decisamente sottotono e nelle sconfitte molte è il peggior membro della squadra.
La scusa del rookie vale fino a un certo punto però, basta guardare Markoon e Advienne.

SK Gaming
E’ come sparare sulla croce rossa ma inevitabilmente devono essere qui in quanto peggior team della lega a mani basse.
Sono passati dallo sfidare i Fnatic ai playoff al perdere tutte le partite senza neanche contestare i loro avversari, in una lega mai cosi tanto equilibrata loro sono l’unico team considerabile “facile” da affrontare.
Treatz sarà anche un buon jungler ma l’impatto che aveva da supporto era infinitamente superiore potendo influenzare sia la bot lane che aiutare il proprio jungler.
Sicuramente Tynx si starà facendo una grossa risata da casa mentre vede il suo vecchio team sfasciarsi.