Home League of Legends LCK: I Damwon KIA vincono il summer split 2021!

LCK: I Damwon KIA vincono il summer split 2021!

Ogni finale è un evento incredibile da guardare soprattutto in Corea, dove riescono sempre a rendere unica la giornata a prescindere dal risultato e dai team coinvolti.

La finale del summer split aveva una narrativa da far spavento e invidia all’Europa stessa, la patria delle narrative avvincenti.
T1 contro Damwon, Faker contro KKoma e Showmaker, leggende del passato contro i nuovi re, ce n’è per tutti, anche nella landa.

Secchi col risultato, 3-1 Damwon non racconta la serie anzi distorce una realtà abbastanza strana.
I Damwon sono il miglior team coreano e non ci sono dubbi: Canyon, Khan e Showmaker non hanno fatto sconti ai rivali, ma va detto che hanno sudato più del dovuto.

Game 1 è stato tirato: Canna ha avuto una serie deludente sulla e non è mai riuscito a dare uno stop a Khan che, praticamente da solo, si è portato a casa la vittoria con una Camille infermabile.
Game 2 ancora peggio, uno stomp totale con il plus che i Damwon hanno ottenuto punti stile bonus per il pick di Kassadin e l’Olaf di Canyon.

Il colpo di reni nel game 3 e l’early game de quarto avevano dato un barlume di speranza ai fan della storica organizzazione ex SKT, ma, come nelle altre partite, la capacità di mettere pressione dei DKIA costringe Faker e soci a commettere errori su errori.

Proprio Faker sul suo leggendario Ryze ha avuto un mid game imbarazzante: brutto da dire, ma è stato principalmente lui a costare l’ultimo game e la serie.
Non si discute il valore assoluto del giocatore, ma il confronto con Showmaker sta diventando impietoso; immaginate una vittoria dei Damown KIA al mondiale, resterà Faker il Goat di League of Legends?.

Statistiche e notizie veloci provenienti dalla serie.
.Mille kill per Showmaker, traguardo a dir poco stupefacente per lui per la rapidità con cui ha ottenuto questa milestone.
.Questa è stata l’ultima finale di Khan che l’anno prossimo inizierà il servizio militare, obbligatorio in Corea, e che concluderà la sua lunga carriera con i mondiali in Europa.
.KKoma conquista il suo decimo titolo domestico davanti proprio a Faker che è fermo a nove.

Il prossimo passo per i campioni in carica, dopo il terzo trofeo domestico di fila, è la doppietta mondiale; il grande slam che comprendeva l’MSI è fallito in Islanda, ma sempre in Europa possono cercare di redimersi ed entrare di diritto nell’olimpo dei più forti con buona pace di Faker.

Articolo precedenteLCS annunciano una serie pseudo-documentario in collaborazione con Paramount
Articolo successivoUn primo sguardo all’Alpha di Call of Duty: Vanguard
Pen and paper.