Home League of Legends LEC: I Mad Lions dominano i Fnatic e vincono la finale del...

LEC: I Mad Lions dominano i Fnatic e vincono la finale del summer split!

Alla fine della stagione delle competizioni domestiche possiamo affermare senza dubbi alcuni che in Europa ci sono dei nuovi dominatori, alla faccia della narrativa e della potenza di brand superiori come G2 o Fnatic, i Mad Lions sono momentaneamente il miglior team all’interno dell’LEC e il gap tra loro e tutti gli altri è semplicemente enorme al momento, nessuno si avvicina minimamente ai leoni!

I rivali di turno questa volta erano i Fnatic, reduci da una run miracolosa in questi playoff: quattro serie di fila vinte con l’apoteosi della conquista dei mondiali ai danni dei G2.
I nero arancio arrivavano alla finale dopo aver mangiato 3-0 dei Rogue dispersi totalmente e con il momentum tutto a loro favore, ma niente ha funzionato loro domenica.

I leoni hanno avuto la capacità di punire costantemente ogni minimo errore commesso dai Fnatic e semplicemente sono stati il team migliore, come previsto alla vigilia della sfida.

Humanoid, il miglior mid laner in Europa al momento, e Carzzy sono stati stellari anche oggi, ma la vera sorpresa è stata Armut, sulla carta l’anello debole della squadra, che invece si è presentato pronto alla finale e ha esposto totalmente Adam in tutti i game giocati.

Una differenza in top cosi massiccia era difficilmente prevedibile e proprio per questo vanno fatti i complimenti al giocatore turco: rimangono i problemi di champion pool che verranno probabilmente messi in evidenza al mondiale, ma intanto la sua forma raggiunta è invidiabile alla faccia degli haters.

Questi Mad Lions nel 2021 non hanno mai perso una serie a livello europeo mentre a livello internazionale sono caduti contro i Damwon nella semifinale dell’MSI.
Nella seconda parte del summer split è arrivato un altro passo in avanti seguita dall’esplosione ufficiale nei playoff. Dopo i G2 loro sono la prossima speranza internazionale per i fan europei, la top 4 è un obiettivo assolutamente raggiungibile per i king del mid game.

Lunga vita ai vincitori, ma onore agli sconfitti: oggi i Fnatic sono stati detronizzati, ma anche nelle difficoltà sono sempre stati coerenti con il loro stile di gioco.
Attaccare, impostare uno stile aggressivo e velocizzare il gioco per snowballare letteralmente in faccia agli avversari; questo ha funzionato contro i Rogue sabato, ma ieri sembravano totalmente ingabbiati nella trappola avversaria: sempre fuori posizione e mai in controllo della mappa.

Una fine della favola ovviamente triste, ma che ci da modo di apprezzare ciò che questi ragazzi sono riusciti a fare: contro tutti e tutto dopo un rimescolamento generale di un roster già pieno di dubbi hanno affrontato i playoff senza alcuna fiducia da parte dei fan e degli addetti ai lavori.
Le quattro serie di fila vinte, l’approdo ai mondiali, la vittoria contro i Rogue, tutto è arrivato grazie all’incredibile lavoro fatto da loro ed è giusto che si prendano i giusti meriti.

Nisqy è ufficialmente entrato nell’elite europea. Per troppi anni snobbato ora è impossibile da negare, il ragazzo è bravo e il vero carry dei Fnatic.
I mondiali possono essere l’occasione per cementare il valore di questo roster per il futuro in quanto alcuni contratti sono in scadenza, ma potrebbero restare cosi anche l’anno prossimo.

La conclusione dell’LEC apre le porte all’obiettivo di ogni stagione, il mondiale.

Le speranze sono riposte in Rogue Fnatic e Mad Lions, tutti e tre i team al massimo delle loro possibilità possono sicuramente superare la fase a gironi e il cambio di località da Cina a Europa sicuramente sarà un vantaggio importante per loro!