Home League of Legends Inizia con una sconfitta il cammino in EU Masters dei Macko.

Inizia con una sconfitta il cammino in EU Masters dei Macko.

Niente piu’ play-in, niente piu’ attese, il pezzo forte del territorio di sviluppo Europeo è arrivato tra noi.

Il main event dell’EU Masters è ufficialmente iniziato ieri e tra gruppi di ferro, sorprese e speranze infrante ne abbiamo per tutti qui.

Di rappresentanti italiani ne abbiamo uno solo: i Macko che si sono qualificati grazie alla loro vittoria nel PG Nationals, mentre gli Outplayed, che avevano conquistato il secondo seed, sono caduti alla finale dei play-in contro i decisamente più quotati Rogue.

Il girone dei Macko, il D, è di quelli improponibili: i campioni Spagnoli dei Vodafone Giants, il colosso Francese Karmine Corp e i Tedeschi MouseEsports sono tre bossfight da fine gioco mentre purtroppo per i pluri campioni Italiani sono soltanto l’inizio di un percorso che, ci si augura, possa essere il più lungo possibile.

Come detto ieri con l’apertura ufficiale della manifestazione è anche arrivato il primo match del girone per loro. I primi avversari sono stati i Vodafone Giants di Attila, compagno di squadra di Jiizuke ai tempi dei Vitality e da due anni tornato in patria come figliol prodigo.

Una partita di quelle tese contro un avversario di livello assoluto e con una capacità di carry molto alta.
I Macko hanno tirato fuori gli artigli con una classica comp per loro, Nasus mid per il camaleontico Sebekx e una bot tutta ap con Seraphine Karma come combo davvero frustrante.

I teamfight sono sempre stati tiratissimi, non c’è mai stato un momento in cui un team aveva il controllo della mappa tranne verso la fine e la ragione è una soltanto, Ezreal.

Attila ha tirato fuori il coniglio dal cilindro con una prestazione d’altri tempi, più di SESSANTA MILA danni da solo in meno di 35 minuti, più di MILLE danni per minuto, numeri impressionanti anche se si tratta di un Ezreal che ha nel poke la sua vera forza.
Una macchina infermabile ieri, intoccabile dagli avversari e libero di metter giù danni pesanti in ogni situazione, mvp indiscusso della partita, se i Giants hanno vinto la sfida contro i Macko il merito è solo suo.

Cosa si può dire degli sconfitti?
Non uno start ideale certamente, ma solo pensare che si è stati vicini a battere i campioni della Spagna è sintomo di un roster davvero forte, probabilmente più forte dei Mkers che hanno superato il gruppo lo scorso EU Masters, l’unica differenza purtroppo sta nella sorte che, questa volta, non è stata favorevole alla compagine italiana.

Siamo già fuori e bisogna essere pessimisti? Assolutamente no!
Il roster è di livello, le draft sono intelligenti e ben studiate, se dovete scommettere su una sorpresa in questo EU Masters andate con i Macko, fidatevi.

Articolo precedenteF1 2021 Esports: una penalità nega il primo podio a JACKITA!
Articolo successivoUn primo sguardo ai cambiamenti in arrivo con la 11.18
Pen and paper.