Home League of Legends LEAGUE OF LEGENDS SOLOQ TIER LIST PATCH 11.17

LEAGUE OF LEGENDS SOLOQ TIER LIST PATCH 11.17

Siamo tornati con la tier list dopo che il meta si è assestato dopo i grossi cambiamenti delle scorse patch!
Visto che il formato è ancora nuovo lascio la legenda con il significato dei vari tier:

  • Tier S: pick estremamente forti
  • Tier A: pick forti e statisticamente buoni per salire
  • Tier B: pick buoni, ma con un play rate più basso che potrebbe indicare una maggiore difficoltà di esecuzione
  • Tier C: pick specialistici che possono dare buoni risultati se si è esperti col campione
  • Tier D: pick deboli. non faccio distinzioni tra molto deboli e mediamente deboli

La differenza tra i vari tier è il play rate comparato al win rate: un champion in B tier avrà un playrate più basso rispetto a quelli A tier anche se i risultati sono statisticamente positivi.

Ora che le nuove divisioni sono chiare non vedo altro motivo per non andare subito a vedere come si pongono i champion in questo nuovo tipo di disposizione.

TOP LANE

La prima cosa che viene da chiedersi guardando alla tier list top è: perchè Sett? Il champion non è stato toccato dalla patch e la sua itemizzazione è stata solo sfiorata, eppure ha fatto un salto in win rate dalla scorsa patch. Il motivo si può trovare nel nerf al Divine Sunderer che ora è decisamente meno oppressivo sui tank ed i match up prevalentemente melee lo favoriscono nelle prime fasi di gioco.

Il resto della tier list gravita attorno al nerf del divine: più o meno tutti i champion che preferiscono altri mitici sono saliti di posizione in particolare Aatrox e Lillia. Nonostante questo in S tier rimane Camille che, grazie al suo fortissimo kit, è difficilissima da gestire e bloccare.

JUNGLE

Penso che la presenza di Amumu in S tier non sorprenda nessuno: la mummia solitaria ha ricevuto dei grossi buff ed ora è una macchina da gank con le due cariche di Bandage Toss.
Il resto della classifica non cambia molto: i nerf a Kayn non sono bastati a farlo scendere dal tier S, ma i buff al clear hanno permesso ad Ekko di tornare in una buona posizione in Jungle. Inoltre sono compiaciuto del fatto che Zed abbia un playrate inferiore all’1% in jungle.

MID LANE

Solo non si vede, ma Akshan occupa un posto in S tier: grazie ai recenti cambiamenti l’ultima sentinella rilasciata è salita ancora di più nella classifica della soloQ. Da notare la sparizione di Viego dalla mid assieme alle performance terribili dei control mages. La velocità dei games ed il farm non ottimale non permettono ai maghi classici di raggiungere gli spike mentre i champion con danni base elevati, come Velkoz, o che portano utility ignorante come Veigar e Malzhar riescono a trovare spazio nel meta.

BOT LANE

I leggeri buff a Xyaha si fanno sentire, ma per il resto non ci sono grandi cambiamenti. La corsia inferiore necessita di cambiamenti più grandi siano essi diretti ai carry da utility o al meta in generale poiché, in questo momento, gli Hard carry necessitano di un team coordinato per avere successo.

SUPPORT

Ancora movimento nella sezione support: Thresh scivola tra il tier C e B anche se, teoricamente, dovrebbe essere molto forte contro l’enorme numero di enchanter presenti nel meta. Blitz, assieme ad altri hard engage champion, si piazza infatti nelle prime posizioni per la sua abilità di forzare fight che è l’unico counter al super scaling degli enchanter.

Se volete visionare le patch precedenti potere farlo a questo link.

Articolo precedenteMostrato il nuovo campione di League of Legends: Vex
Articolo successivoI Fnatic Rising approdano in Spagna!
Jack of all games, Master of all.