Home League of Legends Guide League of Legends: Analisi patch 11.19

League of Legends: Analisi patch 11.19

La 11.19 porta moltissimi piccoli buff a diversi campioni ed alcuni “fix” ai danni causati dalla 11.18; con danni intendo quei nerf o buff che hanno colpito un po’ troppo forte causando un’ascesa o declino troppo rapido di un campione rispetto all’obiettivo preposto dai dev.

A far parte di questa categoria sono i Buff a Fizz e Renekton i quali erano stati praticamente obliterati dalla scorsa patch, oltre a questi anche Qiyana ottiene dei quality of life change sulla sua combo. I continui buff all’imperatrice di Ixtal ed il potenziamento del clear di molti assassin jungle potrebbero portare ad un meta dei mondiali dove Talon, Zed e Qiyana vengono flexati in mid-jungle e gli AP bot diventano più comuni con champion come Vlad, Ziggs, Syndra e Khartus.
Sempre nel topic di “mettere una pezza” la utlimate di Soraka viene nerfata anche se penso che il champion sia ancora disgustosamente forte e questo non cambi di troppo la cosa. Altro nerf per Varus che non era stato toccato abbastanza dalla patch precedente: Riot non vuole vedere questo campione ai mondiali.

Passando invece ai cambiamenti distaccati dalla patch precedente Sona e Ryze subiscono dei piccoli nerf per limitare il potere del primo in soloQ ed del secondo in competitivo. Vedere i nerf su un target CC champion come Ryze mentre Twisted Fate rimane intonso mi lascia un po’ perplesso, ma immagino che, se la previsione sugli assassini AD è corretta, TF non può avere vita facile in un meta simile.

Aatrox riceve un buff non da poco che per me è come un bengala lanciato ai tema dei mondiali che ricorda l’esistenza e la forza di questo champion, ogni volta che lo vedo in streaming stompa fortissimo.
I buff diretti a Cho e Sion fanno pensare ad un tentativo di portare i tank in top ed un meta front to back visti i buff agli enchanter, dall’altra parte Aatrox e gli assassini AD parlano ci raccontano una storia diversa.