Home League of Legends Rekkles non giocherà in LEC nel 2021!

Rekkles non giocherà in LEC nel 2021!

Dodici mesi fa era il migliore nel suo ruolo, dava una lezione a JackeyLove e faceva impazzire l’Europa intera.
Oggi l’LEC non ha più posto per lui, Rekkles ha davvero perso il suo talento come in Space Jam?

https://twitter.com/LEC_Wooloo/status/1458911727890927619?s=20

Decisamente no, eppure il talento non basta più per avere un posto assicurato: servono principalmente flessibilità economica e giovane età, Rekkles non ha nessuna delle due al momento.

25 anni e un contratto pesantissimo con i G2 per altri due anni, pochissimi team possono permettersi un buyout di 1.5 milioni di euro in Europa e, purtroppo, le scelte fatte sono state altre.

L’approdo ai G2 sembrava essere il preludio per un’annata fantastica, ma è stato il fallimento più grande dell’organizzazione nonostante il giocatore abbia vinto un meritato mvp nello spring e sempre dimostrato il suo valore.

Prigioniero di un contratto milionario, la filosofia dell’LEC non favorisce questo tipo di acquisti.
Molte org finiscono l’annata in rosso e solo tramite la vendita delle proprie stelle riescono a risanare le casse, da lì ricomincia la ricerca al prossimo fuoriclasse da poter crescere, non c’è spazio per una figura come la sua.

Goodbye Fnatic: Rekkles verso i G2 Esports - EsportsMag

Fnatic, Vitality e G2 sono le uniche organizzazioni a potersi permettere la sua presenza e, mentre una delle tre si stava liberando proprio di lui, le altre due avevano già la soluzione in casa o nel mercato dei free agent.

Unforgiven o Comp sono giovani talenti e possibili “crack” futuri, ma al giorno d’oggi non valgono come lo svedese e non portano la stessa visibilità e sponsor; d’altro canto giocano “gratis” rispetto alla loro controparte.

Le porte almeno per lo spring split sono chiuse, il prezzo del buyout non si abbasserà di un centesimo conoscendo Ocelote, detto questo che fine farà Martin Larsson?
Escluderei le ERL per ovvi motivi, anche se i Karmine Corp potrebbero permettersi le sue prestazioni e farebbero fare un ulteriore salto al loro brand.
I NiP, nuovi arrivati in LPL, non danno notizie e sembrano fuori dalla corsa.

Il Nord America rimane l’unica opzione viabile, nonostante organizzazioni come EG e Team Liquid abbiano già il loro ad carry.
I Cloud9 hanno da sempre grandi rapporti con i G2 e potrebbero davvero essere l’unica porta aperta rimasta per lui, i TSM hanno deciso di puntare sui giovani dopo l’addio di Bjergsen e non sembrano essere interessati.

Rekkles ai Cloud9? Non la peggiore delle ipotesi, ma un grandissimo peccato per tutti i fan Europei. L’importante a questo punto è vederlo giocare ancora perchè, in una situazione cosi spinosa, una persona come lui potrebbe davvero pensare di finire qui la sua carriera.