Home League of Legends I Cloud9 del dopo Perkz, Corea e Australia i pilastri!

I Cloud9 del dopo Perkz, Corea e Australia i pilastri!

Ufficializzata la separazione dal fuoriclasse Croato, i Cloud9 si stanno muovendo per ricostruire un roster ancor più solido rispetto alla passata stagione con l’obiettivo di migliorare i quarti di finale raggiunti al mondiale.

I pilastri dei Cloud9 2022 saranno Fudge e Blaber, per il resto nessun’altro resterà all’interno del roster, con Zven unico possibile superstite in alcune situazioni.

Fudge ha rinnovato il contratto fino al 2025 sfruttando la nuova riforma introdotta da Riot riguardo le estensioni di contratto e verrà spostato nella midlane al posto di Perkz.
Il tutto è dovuto all’impossibilità di riportare Nisqy dopo che la contrattazione con i Fnatic non è andata a buon fine, secondo Dot Esports sono stati 50 mila dollari a rendere impossibile il trasferimento e a lasciare il midlaner belga senza team per la prossima stagione.

Di conseguenza un posto in toplane si è liberato e pare che sia Summit il prescelto a riguardo.
Appena liberatosi dai SandBox e da sempre considerato uno dei migliori del ruolo, il suo approdo in LCS sarà davvero interessante da guardare, se i C9 riusciranno a superare i problemi di comunicazione che si creeranno per via della differenza di lingua questo roster potrà sicuramente giovare della sua presenza.

Un altro Coreano è in arrivo nel ruolo di supporto come sostituto di Vulcan (diretto verso gli EG), ossia Winsome.
Prospetto giovane e nato in America, perfetto per evitare di occupare un altro import slot e ottima competizione per Isles, altro supporto di origini Australiane pronto per fare il grande salto verso l’LCS.

Come ruolo di coach è necessaria una figura abituata alla cultura asiatica e soprattutto fluido in entrambe le lingue.
Pare che il primo candidato nella loro lista sia nient’altro che LS con grossa sorpresa di tutti i fan.

Nick “LS” De Cesare è al momento uno streamer e content creator per T1 in Corea, con un passato da head coach proprio in Corea e Nord America (BBQ Oliver su tutti).
Il suo approdo come head coach sarebbe favorito dalla presenza di Fudge e Max Waldo all’interno del roster, due suoi grandi amici eppure molte offerte sono arrivate in passato e pur di restare in Corea LS le ha rifiutate, come successe con i Fnatic ormai un anno e mezzo fa.

Oltre al suo nome non sembrano esserci altre figure pronte a rilevare il posto di Mithy come head coach, situazione diversa per gli adc invece.
Zven è sul limbo nonostante un altro anno di contratto, i C9 stanno cercando di battere l’assennata concorrenza di tanti altri team asiatici per il giovanissimo adc dei T1 Challengers “Berserker“, uno dei più grandi prospetti del territorio Coreano.

In attesa di ufficialità il mercato LCS è ancora molto sotto traccia, ci sono state pochissime ufficialità nei giorni precedenti, vedremo come si muoveranno gli altri!