Home League of Legends Il futuro dei Rogue è ancora roseo?

Il futuro dei Rogue è ancora roseo?

Una finale persa malamente, un playoff deludente e un mondiale sottotono, i Rogue nel 2021 hanno mostrato di essere uno dei team migliori nella stagione regolare e probabilmente il peggiore quando si è trattato di fare l’ultimo passo per consacrarsi.

La rivoluzione sembrava scontata, serviva un cambio di passo per ridare vita e forza mentale ai ragazzi nel momento più difficile della loro carriera, le pedine vendute sono state delle sorprese però.
Hans Sama e Inspired, i due migliori player del team sono andati oltreoceano, rispettivamente ai Team Liquid ed Evil Geniuses, per delle cifre sconosciute ma molto probabilmente impossibili da rifiutare.

Si pensava fosse scontato l’addio di Larssen, soprattutto pensando al rinnovo recente di Inspired, invece i due con maggior potenziale e mercato all’interno del team hanno fatto le valigie e gentilmente salutato la compagnia.

Di conseguenza è arrivata per l’organizzazione l’opportunità di riempire meritatamente le proprie casse e reinvestire parte del ricavato in due giocatori o di prospettiva o già affermati in modo da poter delineare le ambizioni per il 2022.

Le scelte sono state fatte nel mese di Novembre ma annunciate solo pochi giorni fa.
Comp, ex adc dei Vitality prenderà il posto vacante di Hans Sama mentre Malrang, jungler Coreano proveniente dai Damwon KIA quello di Inspired.

Nella grandissima pool di adcarry presenti in Europa Comp è uno dei migliori senza dubbio ma anche uno di quelli che più ha creato problematiche all’interno di una squadra, uno dei motivi principali per cui è stato messo in panchina proprio con i Vitality.

Talento innegabile, più volte rank 1 nella soloq, ha finalmente l’opportunità di competere con i migliori giocatori alla pari e senza deficit a livello di roster, avrà di fianco nella lane il confermatissimo Trymbi e oggettivamente tutte le carte in regola per splendere.

La vera sorpresa è arrivata con l’acquisto di Malrang.
Coreano, jungler di riserva dei campioni LCK Damwon KIA che ha avuto la possibilità di performare al posto di Canyon in svariate occasioni, si ritroverà in un ambiente totalmente nuovo e con delle ovvie difficoltà a livello di lingua e regione.
Pochi ragazzi provenienti dalla Corea sono riusciti a splendere in Europa e più e più volte le differenze di cultura e comunicazione sono stati uno scoglio insormontabile per loro.
Toccherà al management dei Rogue gestire al meglio la sua permanenza a Berlino in modo da ottenere il massimo delle sue performance.

Per alcuni il roster avrà sicuramente subito un upgrade, personalmente ritengo si sia privato delle due migliori pedine e non abbia minimamente risolto le problematiche che sono note ormai a tutti, di conseguenza non sarei sorpreso di vederli in difficoltà sin da subito.