Home League of Legends Un occhio al meta in LEC!

Un occhio al meta in LEC!

La dodicesima stagione di League of Legends è ufficialmente iniziata, di conseguenza la macchina competitiva, il vero cuore pulsante del gioco ha ripreso la sua marcia inesorabile.

In Europa l’LEC detta la via sia a livello di numeri (mai stati cosi alti) che per il meta.
Ci sono state delle modifiche rispetto allo scorso anno negli oggetti e nella scelta dei draghi ma il punto fondamentale è stato il bilanciamento di alcuni campioni e della loro funzione in un ambiente competitivo.

Vediamo quindi cosa ci ha detto il meta della prima settimana di LEC e come potrebbe evolversi nel prossimo futuro.

C’è stato davvero un cambiamento?

Guardando le draft nel corso del weekend la domanda sorge spontanea, la stagione 12 ha davvero cambiato qualcosa?

Solo due campioni hanno mantenuto il 100% di pick/ban rate nel corso delle 3 giornate, Twisted Fate e Thresh.
Il “Maestro di carte” da più di due anni oramai è diventato presenza fissa all’interno del mondo competitivo, fin dalla sua “tech” incentrata sull’ad con Cleptomancy.
Dopo l’addio a una delle rune più belle e sbilanciate del gioco TF ha mantenuto la sua presenza fissa nella corsia centrale tornando alla classica versione da potere magico.

Il cambiamento al teletrasporto apportato nella 12.1 ha fatto schizzare la priorità di questo campione, rimasto uno dei pochissimi a questo punto a poter impattare la mappa con successo senza sacrificare la propria farm.

Thresh invece è da sempre considerato come uno dei migliori supporti, capace sia di andare in profondità che di garantire una ritirata sicura per i propri compagni.
Troppo completo e troppo affidabile per il proprio ruolo, nelle mani di un giocatore come Hilyssang diventa una sentenza, letteralmente.

Tornando indietro al Mondiale 2020 Lee Sin e LeBlanc hanno mantenuto inevitabilmente la loro priorità mentre nel ruolo di Ad carry Jinx Jhin e Caitlyn hanno finalmente prevalso sui più frequenti Aphelios e Lucian.

Una nuova midlane

Dopo questi pick con altissima priorità finalmente però notiamo dei cambiamenti, specialmente nella midlane.

Corki e Viktor sono i dominatori della corsia senza se e senza ma.
Da una parte un hypercarry che può decidere le sorti di un fight con la propria passiva mentre dall’altra un bullo che scala altrettanto bene e ha un kit davvero completo.

https://twitter.com/ReekerKaizen/status/1480537336467410946?s=20

Abbiamo visto per la prima volta Vex, creata apposta per impedire il dominio dei vari assassin (come LeBlanc) e Akshan, entrambi però senza vittoria per ora.

Piccolo appunto sulla combo Diana Yasuo che prepotentemente è stata portata dai Mad Lions in Europa e ha attirato subito dei ban verso il jungler da potere magico.

Draghi, draghi e draghi

La presenza cosi invadente dei draghi all’interno del gioco ha da ormai due anni forzato la mano sui vari stili di gioco.
Tolto un eventuale early game rovinoso ogni partita verrà risolta nella lotta per il terzo drago, un match point per chi ha avuto la meglio nelle prime fasi di partita.

Corki ha assunto questa importanza proprio per la sua utilità in questi fight all’interno del fiume.
Il pacco fornisce a Corki un knockback che separa in primis gli avversari e poi distribuisce una quantità di danno davvero alta, senza la sua passiva avrebbe sicuramente meno priorità nelle draft attuali.

Tutto si risolve come sempre nella lotta agli obiettivi neutrali e molti pick sono ora in funzione di quei precisi momenti, anche a costo di sacrificare parte della fase di corsia.

I draghi non hanno subito alcuna modifica, hanno mantenuto la propria importanza e subito delle aggiunte.
Due nuove tipologie sono presenti ora, l’Hextech e il Chemtech.
Il primo è un’aggiunta molto carina (specialmente la landa) mentre il secondo si è rivelato essere negativo per il competitivo.

La landa Chemtech non è “salutare” e riduce ulteriormente lo spettacolo già mediocre per via dalla monodimensionalità delle partite, servirebbe una modifica sostanziale per migliorare quel tipo di landa.

La 12.2 appena arrivata non offre grandi modifiche purtroppo, per dei veri cambiamenti nel competitivo sarò necessaria la 12.3!

 

 

Articolo precedenteF1 2021 ESPORTS – Inizia lo show delle Challengers!
Articolo successivoAGGIORNAMENTO PER LA CALL OF DUTY® COMMUNITY. UN IMPEGNO COSTANTE PER MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA DI GIOCO
Pen and paper.