Home League of Legends Renata: uno sguardo alle abilità del prossimo campione di League of Legends

Renata: uno sguardo alle abilità del prossimo campione di League of Legends

É stato rilasciato il trailer di Renata, la baronessa Chemtech, che, come sempre, mostra sprazzi di gameplay e ci dà un’idea delle capacità di questo campione.
Questa volta però non dobbiamo analizzare il video frame per frame per capire le abilità poichè un leak ci ha dato la descrizione del kit che, se comparato al footage visto nel trailer, sembra affidabile.

Quindi, non dovendo speculare troppo e fare lavoro da detective, possiamo subito pensare a come potrà essere usato questo campione ed in che modo impatterà il meta competitivo e della soloQ

Passiva – Leverage: gli attacchi base di Renata marchiano gli avversari, la E infligge danni extra ai bersagli marchiati. Gli attacchi base degli alleati detonano il marchio infliggendo danni aggiuntivi.

L’unica abilità semplice e che non sembra overpowered solo a leggerla: il fatto che apllichi un marchio con ogni attacco, dato che non sembra ci sia un CD interno, fa pensare che il danno sia molto basso e/o che il suo attacco base sia molto debole. Questa meccanica mi piace molto perchè obbliga Renata ad usare i propri attacchi base nei trade e non basarsi solo sul proprio ADC come molti enchanter tendono a fare.

Q – Handshake: Renata lancia un missile dal suo braccio robotico ed immobilizza il primo nemico colpito; è possibile riattivare l’abilità per scagliare il nemico in una direzione a scelta danneggiando e stordendo i nemici colpiti.

La prima abilità è uno skill shot piuttosto lento, ma non al livello della Q di morgana; in ogni caso un hit da parte di questa abilità metterà in estrema difficoltà tutti gli engage support: ingaggiare per poi ritrovarsi immobilizzati e catapultati indietro da dove si è venuti non è una bella sensazione. Non è chiaro se colpire qualcuno con la seconda attivazione applichi uno stun o solo danno, ma già solo questa abilità rende Renata un ottimo champion da controingaggio.

W – Bailout: Aumenta la velocità d’attacco e di movimento di Renata e di un campione alleato, se il campione alleato muore questo viene resuscitato per qualche secondo; ottenere un takedown in modalità zombie rende la resurrezione permanente. 

Altro champion, altra modalità di riportare gli alleati dalla tomba. Questa abilità è incredibilmente forte ed ha il power level di una ultimate, mi ricorda molto la vecchia W di Tham Kench. Ovviamente è difficile valutare queste abilità senza avere i numeri: una durata molto ridotta, uno steroide quasi inesistente o un CD molto alto potrebbero rendere questa spell bilanciata.
Dico bilanciata poichè è un misto tra W di Lulu e Ulti di Zilean, due abilità fondamentali di questi champion quindi, ai miei occhi, è sbilanciata in partenza.

E – Loyalty Program: Renata spara uno sbarramento di missili che scudano gli alleati mentre danneggiano e rallentano i nemici. L’abilità ha effetto attorno a Renata, ma può essere caricata per “lanciare” l’area dell’abilità.

Uno scudo ad area con capacità offensiva che può essere usato a distanza; come per la precedente abilità bisogna vedere i numeri, ma soprattutto la gittata dell’effetto attorno a Renata. Personalmente trovo che, per rendere bilanciata questa abilità, l’effetto cambierà a seconda di quanti campioni sono nell’area: dato che amministra sostanze chimiche una dose più concentrata avrà un effetto maggiore. Se la mia previsione è corretta questa abilità avrà uno skill celing abbastanza alto ed avere abilità difficili da usare su champion di questo tipo è sempre benaccetto.

R – Hostile Takeover: Renata rilascia una nube tossica che induce gli avversari in una furia omicida. Tutti i nemici colpiti hanno la velocità di attacco aumentata, ma saranno obbligati ad attaccare il bersaglio più vicino con priorità verso i campioni alleati.

Senza avere i numeri ed il tooltip completo questa abilità è assurda: colpisce come un enocre di Seraphine anche se il proiettile sembra abbastanza lento ed è capace di controllare un intro team. Ovviamente non è un vero CC: i tank ed i diver del proprio team saranno comunque in pericolo dato che saranno molto vicini agli avversari, ma in una situazione di pure front to back il carry avversario rischia di uccidere metà del proprio team.

Conclusioni

In corsia Renata sembra piuttosto forte grazie alla sua E che può proteggere e danneggiare rendendo i suoi trade pattern molto simili a quelli di Nami con il suo Ebb Flow. Ovviamente molto dipende anche dal CD della sua W che prevedo sarà discretamente alto (30-40 secondi), abilità chiave per i trade essendo uno steroide sia per l’ADC che per se stessi.
Renata sarà probabilmente l’enchanter migliore per abusare lane con melee support grazie alle sue abilità di counter engage.

Il champion dà il meglio di sè in una 4 protect 1 comp che vuole giocare front to back: boostare e proteggere dalla morte un carry funnelato e permettergli di fare 1v9 sembra il suo modus operandi preferito.
La ultimate sembra insana, ma il fatto che forzi ad attaccare il bersaglio più vicino la rende un’arma a doppio taglio: se gli avversari sono già sulla backline silenziarli, ma dargli uno steroide di attack speed non la rende una delle ultimate più forti del gioco. Sicuramente la possibilità di sbalzare qualcuno indietro aiuta molto nella situazione sopradescritta anche solo per lanciare qualcuno alla morte per mano dei propri alleati.

In conclusione il kit del champion è “carico”, ma d’altronde lo è quello di tutti i campioni più moderni e questo non dovrebbe spaventare troppo. Riot ha dimostrato di saper bilanciare piuttosto bene i nuovi campioni: basta pensare che il meta competitivo ha diversi champion “antichi” come TF, Nautilus, Leona, Jinx. Sono estremamente curioso di vedere Renata in azione soprattutto perché voglio una clip di Master Yi che uccide 4 persone del proprio team e 5 di quello avversario.