Home League of Legends LCS: Gli Evil Geniuses sulla luna, a loro lo spring split!

LCS: Gli Evil Geniuses sulla luna, a loro lo spring split!

Anche il Nord America è arrivato alla conclusione del proprio spring split e lo ha fatto in grande stile!

Dall’NRG Stadium di Houston, Texas si è svolto il weekend decisivo per la consegna del trofeo e la partecipazione al Mid Season Invitational.
Tre team a contendersi l’oro: Team Liquid, Evil Geniuses e 100 Thieves con stesso format visto in LEC, semifinale di Sabato e la finalissima Domenica.

Il Sabato ha ufficializzato il tracollo definitivo e fallimentare dei Team Liquid nonostante una campagna acquisti millionaria e un unico obiettivo in testa, ossia la vittoria dello spring.
La debacle di Bjergsen & compagni coincide con l’ascesa infermabile degli Evil Geniuses dal lower bracket, un 3-0 ai grandi favoriti della competizione che li rilancia prepotentemente come contendenti al titolo contro i campioni in carica degli 100 Thieves.

La Domenica sembra essere un replay della giornata precedente: i giovanissimi ragazzi gestiti da Peter Dun sono infermabili e asfaltano i 100 Thieves in assoluta scioltezza, un altro 3-0 in una delle finali più veloci della storia della lega Nord Americana.
I “geni” sono ufficialmente sul tetto della propria regione, nuovissimi campioni e soprattutto con un pass diretto per Busan, Corea per vedersela con i migliori team del mondo!

Evil Geniuses: La vittoria del Nord America.

La marcia trionfale degli EG (10-1 in tutta la loro cavalcata dal lower bracket) è un segnale importantissimo per tutta la regione: lo sviluppo di talenti locali è una possibilità vera e soprattutto può portare a questo tipo di successi nazionali, al contrario degli investimenti pazzi e import da tutte le regioni del mondo buoni solo da esporre nella vetrina.
Peter Dun e il sistema Evil Geniuses sono i vincitori indiscussi di questa prima parte di stagione, da anni concentrati a sviluppare talenti giovanissimi dai livelli più bassi fino all’LCS, hanno avuto il coraggio di lanciare Jojopyun e Danny (17 e 18 anni!) senza pensarci due volte, scartando giocatori ben più blasonati come Jensen o Doublelift.

Un mix di talenti e veterani (Impact ne ha appena compiuti 27 e ha fin troppi titoli LCS) ideale coadiuvato da uno staff preparato e da un sistema che permette a tutti di brillare senza rubare la scena.
Il progetto Evil Geniuses nel mondo di League of Legends è iniziato da appena 3 anni e già è stato in grado di portare loro il primo titolo domestico e una reputazione di primissimo pelo, un esempio da seguire per tutte le organizzazioni che proprio in questo momento stanno pianificando la loro ennesima ricostruzione e il loro prossimo investimento sbagliato.

Prossima tappa per i campioni il Mid Season Invitational dove proveranno un’altra volta a stupire tutti e a rendere orgogliosi di loro la propria regione, proprio come successo ieri.