Home League of Legends MSI: I Team da tenere d’occhio!

MSI: I Team da tenere d’occhio!

Siamo ormai ai cancelli di partenza del prossimo Mid Season Invitational!

Martedi 10 Maggio dalle 10 di mattina inizierà la prima di sei giornate pienissime di League of Legends e spettacolo.
11 squadre presenti da tutto il mondo, tra favorite evidenti e possibili sorprese vediamo chi merita attenzioni in questa prima fase della competizione!

T1

Imbattuti, indomiti e strafavoriti per impressionare anche in questo primo evento internazionale della stagione.
In un ipotetico ranking dei giocatori presenti i membri dei T1 sarebbero in cima alla lista senza se e senza ma.
Faker, che più matura e più migliora, è il faro di un gruppo giovane con un talento smisurato che ha già dimostrato di essere il meglio che la Corea possa offrire in questo preciso momento.
Per alcuni il trofeo è già loro, altri si domandano con curiosità e un pizzico di prepotenza se saranno in grado di restare imbattuti anche in questa competizione, la certezza assoluta è che per arrivare in cima loro saranno il boss finale da abbattere, good luck.

G2 Esports

Non saranno lo stesso gruppo del 2019 e soprattutto il gioco è mutato in maniera inesorabile rispetto a quell’anno, discostandosi totalmente dallo stile imprevedibile e vincente coniato dalla versione più bella dei G2.

Nonostante tutto Caps e Jankos arrivano carichi come non mai per rimettersi in gioco internazionalmente e riprovare emozioni che il 2021 ha provato a far dimenticare.
I “novellini” presenti a Busan con loro promettono battaglia e i T1 specialmente non hanno dimenticato gli incubi provati ogni volta che le loro strade si sono incrociate.
Non sono i favoriti e il gap rispetto alle compagini asiatiche si è ulteriormente allargato probabilmente ma rivedere uno scontro Caps contro Faker è tutto ciò che vogliamo.

Saigon Buffalo

Sono stati due anni durissimi per il campionato Vietnamita ma finalmente sembra esserci la luce alla fine del tunnel.
Una rappresentante del VCS ritorna in una competizione internazionale dall’inizio della pandemia e solo questo dovrebbe bastare a puntare gli occhi dei fan su di loro.

I Saigon Buffalo, ex Phong Vu Buffalo durante la loro ultima apparizione internazionale nel 2019, non sono attesi a miracoli di alcun genere ma è ovvio che la curiosità sul livello attuale del VCS è al massimo considerando la loro duratura assenza.
Nel 2019 passarono dai play-in e nel main event vinsero soltanto due partite (con i G2!), il 2022 ha un nuovo format e una possibilità di mostrare i progressi fatti da loro, riusciranno a superare la prima fase a gruppi e sorprendere tutti?

Una competizione piena di storie da raccontare, di squadre con qualcosa da dimostrare e di possibili sorprese inaspettate, per saperne di più l’appuntamento è alle 10 di Martedi prossimo!

Articolo precedenteEU Masters: è un dominio francese!
Articolo successivoCall of Duty: MW2 verrà presentato a Giugno!
Pen and paper.