Home League of Legends EU Masters: KCorp campioni per la terza volta di fila, nessuno come...

EU Masters: KCorp campioni per la terza volta di fila, nessuno come loro!

Soltanto un anno fa si festeggiava il primo storico trofeo “interregionale” di questa giovanissima organizzazione francese.
I Karmine Corp, 12 mesi dopo, sono nuovamente campioni dell’EU Masters e di diritto nella storia dei team ERL.

Dal loro esordio in questa competizione nessuno è riuscito a spodestarli dal loro trono, ci sono andati vicini più di una volta e quest’anno le quote non erano in loro favore, nonostante ciò si è trattato di un tentativo inutile.
Un nuovo roster, uno spring split complicato e deludente; tutto ciò non ha fermato la loro cavalcata trionfale, fatta di miracolose rimonte e conferme dei singoli.

La serie finale contro gli LDLC non è stata una passerella, è stata sudata e combattuta come tutte le altre ma una volta annusato l’odore della vittoria fermarli è stato letteralmente impossibile.
Neanche chi fino a quel momento era rimasto imbattuto ha potuto opporsi, Karmine Corp ed EU Masters sono una cosa sola e probabilmente tale resteranno.

In un solo split nella “lega minore” Rekkles riesce a vincere una delle competizioni più ambite dai giocatori europei, allargando ulteriormente il palamares e dimostrando agli haters che merita più di chiunque altro spazio “tra i grandi”.
Una decisione difficile la sua, umile se cosi si può dire ma che ha pagato dividendi sin da subito e rilancia alla grandissima la sua carriera.

Terzo trofeo di fila per l’anima di questo gruppo, Saken, che dal suo arrivo in questa squadra è esploso come talento e capitano, affiancato dal veterano Cabochard e da nuove leve come 113 e Hantera, giovanissimi ma sicuramente validi.

Le parole non riescono a dare giustizia all’impresa che da un anno e mezzo sta compiendo l’organizzazione.

L’EU Masters da sempre ha brillato per la incredibile competitività e la varietà dei vincitori, riuscire per tre volte di fila a essere in cima a tutti significa tantissimo ed è un segnale della qualità dello staff dietro i giocatori, di una cultura vincente e di come le ERL siano ormai troppo “piccole” per contenere i Karmine Corp.

Il “Muro blu” è di gran lunga la tifoseria più calda di League of Legends meriterebbe di approdare in LEC.

LEC che si sta sfregando le mani al solo pensiero del loro approdo nella lega e non è un segreto che si sta facendo di tutto per avere i Karmine Corp ai nastri di partenza della stagione 2023.

Da notare come anche il presidente francese appena rieletto Emanuel Macron si sia congratulato con i ragazzi per la vittoria e abbia rimarcato un’altra volta l’importanza degli esports nel nuovo corso francese.
Gli stessi KC sono stati la miccia che ha fatto infiammare la passione nel territorio oltr’Alpe, un esempio da seguire anche da noi cugini in disperato bisogno di una guida.

Articolo precedenteCall of Duty: MW2 verrà presentato a Giugno!
Articolo successivoLEAGUE OF LEGENDS SOLOQ TIER LIST PATCH 12.8
Pen and paper.