Home League of Legends LEC: Pick da tenere d’occhio! Week 2

LEC: Pick da tenere d’occhio! Week 2

Arriva la seconda settimana di LEC e ancora si resta nella patch 12.11!
Prima dell’arrivo della nuova patch in ambiente competitivo bisognerà aspettare almeno la terza settimana, nel mentre i team dovranno ragionare su un meta che attualmente risulta confusionario in molte regioni.
La priorità asiatica data a campioni come Talyiah non è presente in Europa, cosi come alcuni richiami a campioni che non dovrebbero avere presenza nella landa ora come ora, LeBlanc su tutti.

Vediamo quindi con 7 giorni in più cosa tireranno fuori dal cilindro i team o come aggiusteranno il tiro in draft.

Corki

Corki, Artilleur téméraire - League of Legends

 

Il midlaner si è fatto vedere in qualche occasione nella fase di pick e ban, non quanto la sua attuale potenza vorrebbe.
Un hyperscaling champion in un meta che predilige partite lunghe e noiose, cosa volere di più? Il suo “pacco”, se gestito bene a livello di tempistiche, rimane un game changer per le lotte agli obiettivi neutrali e il suo poke risulta essere ingestibile senza un adeguamento importante in draft. Superati i 3 oggetti i suoi razzi inizieranno a distruggere la backline avversaria e rendere impossibile ogni possibile “danza” davanti a draghi o baron. In trio con Ezreal e Karma risulta letale.

Kalista

Ruination: un nuovo libro dedicato alla storia di Kalista - Powned.it

 

Kalista è un caso particolare e spinoso. Il campione ha subito dei buff interessanti per la sua fase di corsia e accentuato un possibile dominio proprio nei primissimi minuti, vale però la pena avere un tiratore a cortissimo raggio e senza uno scaling eccessivo in questo meta? I team pensano di si, io personalmente credo di no.
Dover per forza vincere la corsia, spingere ad obiettivi neutrali, snowballare ad ogni costo per evitare di diventare inutile: Kalista è una bomba ad orologeria e una scommessa difficile da vincere. In questi casi si può parlare di pick “trappola”, ossia forti sulla carta ma non di più nonostante nei primi tre giorni sia stata perennemente bannata dalle squadre.

Seraphine

Seraphine, la cantante sognatrice - League of Legends

Non si sente parlare di Seraphine da fin troppo tempo ed ecco quindi che potrebbe ritornare dal nulla! I team fanno sempre cosi durante un nuovo meta: si provano campioni su campioni fino a che qualcuno non risulti essere efficace nella patch attuale. La forza di Seraphine sta nell’essere un Triplo flex, mid e tutta la corsia inferiore. Offre danni, scudi e cure insensate oltre a neutralizzare matchup sulla carta difficili per altri tiratori, come per esempio Kalista.
In NLC ha già trovato spazio grazie a Guubi ed è solo questione di tempo prima che gli enchanters prendano il controllo della corsia inferiore.

Articolo precedenteMrBeast si affaccia al mondo di League of Legends: super sfida con Ninja in arrivo!
Articolo successivoLeague of Legends: Analisi patch 12.12
Pen and paper.