Home League of Legends LEC: Pick da tenere d’occhio! Week 3

LEC: Pick da tenere d’occhio! Week 3

Ci approcciamo inesorabilmente alla terza settimana di LEC e oltre a vedere uno sviluppo dei team stiamo assistendo a un adattamento al nuovissimo meta arrivato dopo il Mid Season Invitational.
Ci sono state differenze importanti rispetto alle altre regioni, Corea su tutte e l’LEC sta sviluppando il proprio meta attuale.
Le patch avanzano e di conseguenza cambieranno anche alcuni pick chiavi all’interno delle draft: la 12.11 ha segnalato un abbandono totale a Taliyah, vediamo invece cosa dobbiamo aspettarci da questo weekend di League of Legends.

Senna con chi vuoi!

Guida agli oggetti e alle rune di Senna | MOBA Champion

Questa è una delle particolarità più belle portate dalla creazione di campione unico come Senna: difficilissimo da bilanciare ma stupendo per creare tattiche diverse dalla norma.
Fasting Senna è sempre stata presente come strategia, in base alla percentuale di drop di anime dai minion si decideva se valesse la pena o meno usarla come “supporto” atipico.
In questo inizio di split l’amata di Lucian è sicuramente una delle priorità della corsia inferiore ed è stata accoppiata con chiunque: Yasuo, Tahm Kench, Swain, chi più ne ha più ne metta. Questo apre alla possibilità di avere ulteriore flessibilità in fase di draft, bilanciare il danno del team e annullare eventuali matchup molto complicati (Kalista). L’unico limite per il compagni di Senna è l’immaginazione!

Zeri..mid?

Zeri, The Spark of Zaun - League of Legends

Continuiamo con i tiratori atipici e spostiamoci verso il vero pick or ban dell’ultima settimana. La scintilla di Zaun è sicuramente il campione più forte di questa patch nonostante hotfix e nerf continui alle sue statistiche: offre danni e mobilità in quantità industriali per il proprio team, inoltre può sostenere senza troppi problemi una lane senza alcun ausilio dei suoi compagni.
Da questa affermazione è nata l’idea di giocarla in corsia centrale! A causa del suo scaling magico eccessivo in alcune parti del suo kit (la W) è possibile andare per una build da Manamune e Ludens Echo e fare danni ingenti al proprio avversario senza entrare mai davvero in combattimento.
Ultimamente le comp basate sul poke stanno avendo molto successo e in caso di ban di Corki Zeri può prendere il suo posto, dare flessibilità alla draft e avere matchup piuttosto positivi. Il tutto fino a quando non verrà ridotto all’osso il suo scaling magico!

LeBlanc

LeBlanc, l'ingannatrice - League of Legends

Per la serie “pick ingannevoli”, LeBlanc ci ha fatto dimostrato la scorsa settimana quanto la patch della durabilità abbia distrutto tutto il pattern di gioco su cui si basava l’assassina. I corrispondenti da danno fisico sono totalmente spariti dalla lente d’ingrandimento dei team e la stessa sorte è toccata a quelli da danno magico.
Con Lissandra (e Vex) più che giocabile, LeBlanc  ritrova il suo counter numero uno in corsia e non riesce in alcun modo ad imporre la sua supremazia come una volta.
Se ciò non bastasse restano i soliti problemi di mana ormai noti e la capacità di assassinare un bersaglio facile come il carry nemico. Niente più 100 0, nessuna rotazione di spell e kill: LeBlanc è diventata “inutile” in ogni momento della partita senza un vantaggio importante e Humanoid ce lo ha dimostrato nel suo match contro gli Excel.
Verrà giocata da qualche coraggioso perchè “situazionale” e da possibile exploit ma consideratela fuori dal meta.

Articolo precedenteLEC: Malmö è la città designata per la finale!
Articolo successivoBACKLASH: PG Nationals Summer 2022 week 4
Pen and paper.