Home League of Legends Mondiali 2022 un’analisi dei gruppi: Group Stage Parte 1

Mondiali 2022 un’analisi dei gruppi: Group Stage Parte 1

Qualche giorno fa abbiamo parlato dei gruppi dei Play-In e di quali squadre hanno le migliori possibilità di passare alla fase successiva del torneo, oggi faremo lo stesso con i primi due gironi del Group Stage. Ovviamente non possiamo avere un quadro completo dato che non sappiamo chi si qualificherà dai Play-In, ma possiamo già identificare i gruppi dove la top 2 sarà più contesa.
Detto questo, col fatto che ci sono 4 squadre cinesi e 4 coreane all’interno della competizione, ogni gruppo sarà difficile per i rappresentanti dell’occidente.

Gruppo A

Cloud9 Nord America #1
T1 Corea #2
Edward Gaming Cina #3
Play-In Play-In

Il gruppo A vede il primo seed americano Cloud9 scontrarsi contro T1 ed Edward Gaming in quello che molti hanno già definito “il gruppo della morte” e non hanno tutti i torti: se diamo per scontato che almeno una squadra europea passerà i Play-In, questo gruppo potrebbe avere 4 rappresentati delle regioni maggiori combattere per 2 spot ai playoff.
T1 entra come favorito e dovrebbe passare ai quarti di finale senza grossi problemi, ma il secondo posto è molto più conteso: se parliamo delle squadre cinesi c’è una grande differenza tra il secondo ed il terzo seed, motivo per cui penso che C9 abbia una possibilità di qualificarsi alla fase successiva del torneo.

Analizzando più nel dettaglio i due contendenti, possiamo notare come EDG e Cloud9 utilizzino strategie simili: entrambi cercano di dare il counterpick al proprio top laner per impostare un carry in corsia superiore, a discapito delle possibilità di ingaggio date dai tank che vengono selezionati solitamente in questo ruolo; EDG mitiga il problema con tank support e un jungler con capacità di ingaggio, C9 invece gioca sui contro-ingaggi e lascia che siano gli avversari a fare la prima mossa. La strategia di gioco del team americano è estremamente rischiosa dato che è molto difficile da pilotare se si è in deficit di gold, ma, se giocata correttamente, questa tattica può essere estremamente efficace anche contro team oggettivamente più forti.
La mia paura per Cloud9 è il cambio del meta avvenuto con la patch 12.17 che rende molto più aggressiva la corsia inferiore, questo punirebbe il loro stile di gioco che non investe molte risorse in questo lato della mappa.

Gruppo B

JD Gaming Cina #1
G2 Europa #2
DWG KIA Corea #3
Play-In Play-In

Il gruppo B è probabilmente ancora più difficile di quello appena descritto: JD Gaming e DWG.KIA sono dei team estremamente forti e G2 può essere il miglior team del mondo se è in giornata; chiunque venga inserito in questo gruppo dai Play-In non sarà sicuramente contento del suo fato.

DK e JDG, durante la stagione estiva, hanno draftato rimanendo sempre in meta, ma con delle leggere differenze di priorità. Per quanto entrambe le squadre giochino con weak side top e meta jungle, salvo qualche saltuario pick anomalo, le loro idee sulla parte bassa della mappa sono decisamente contrastanti: JDG seleziona quasi sempre il mid laner alla cieca e lascia il counterpick al supporto mentre DK sacrifica la corsia inferiore in favore del proprio star player Showmaker in corsia centrale.
Questo schema di draft gioca a favore di G2 il cui top laner è quasi esclusivamente un carry player che preferisce avere il counterpick per impattare al meglio la sua corsia e la partita stessa. La presenza di un giocatore come Brokenblade influenzerà sicuramente le draft dei team orientali e potrebbe dare un vantaggio a G2, ma potrebbe anche essere la sua rovina: il fatto che il giocatore tedesco abbia una champion pool piuttosto ristretta può essere usato contro di lui come ha fatto Rogue nella finale del LEC. 

Comunque vadano le cose questo gruppo sarà il più difficile e combattuto e G2 dovrà dare il meglio di sé per passare ai playoff.

Articolo precedenteIIDEA E WOMEN IN GAMES ITALIA PRESENTANO OGGI LA GUIDA “COSTRUIRE UN CAMPO DA GIOCO EQUO”
Articolo successivoApex Legends: problemi con le Skin delle squadre
Jack of all games, Master of all.