Home League of Legends Worlds 2022: il Covid e i ritardi sono i protagonisti della prima...

Worlds 2022: il Covid e i ritardi sono i protagonisti della prima giornata di play-in

Non iniziano nel migliore dei modi i mondiali 2022 nord americani in quel di Mexico City.
Il fuso orario impegnativo che deve affrontare il pubblico europeo per seguire l’evento non è stato, purtroppo, l’unico problema  in questa prima giornata.

Infatti, rispetto alla tabella di marcia prestabilita che dava le 22 come orario di inizio ci sono state svariate ore di ritardo raccolte durante lo show per svariati motivi, su tutti il Covid 19 che un’altra volta si è fatto sentire e rovinato i piani di Riot e dei team presenti.
Nella tornata finale di tamponi effettuati in giornata molteplici giocatori e membri dello staff sono risultati positivi e, nonostante non avessero alcun tipo di sintomo, impossibilitati a giocare nel main stage al fianco dei loro compagni. Per chi non ha questa opportunità è stata preparata una stanza (o più stanze) completamente isolate. Le ore di ritardo, perchè di ore si sono trattate, si spera siano per via di un inizio pieno di imprevisti e non un trend che decreterebbe il fallimento dell’evento ancor prima della fine dei play-in.

Immagine

Parlando invece delle partite disputate, il primo giorno di play-in si è concluso con l’en plein targato LEC: 4-0 con due vittorie a testa rispettivamente per Fnatic e Mad Lions. Vittorie diverse, più sporche per i leoni, molto pulite e con un sapore speciale per i nero arancio. Con un Upset appena arrivato in Messico, Hilyssang in volo e Rhuckz come sostituto la squadra allenata da YamatoCannon ha affossato senza storia gli Evil Geniuses nel più classico degli Eu vs Na prima e poi i Chiefs con la prima pentakill dell’evento targata Upset!

A fare notizia, nella ormai mattinata italiana è stata la sconfitta all’esordio dei campioni MSI in carica Royal Never Give Up contro Deft e i suoi DRX. Un passo falso che non dovrebbe compromettere la loro qualificazione ma che rappresenta un campanello d’allarme per chi, sulla carta, vorrebbe e dovrebbe puntare in alto in questo mondiale.

Immagine

Questa la classifica alla fine della prima giornata di play-in. Una classifica che passa in secondo piano dati gli enormi problemi avuti da Riot Games. Un esordio flop che ha costretto il pubblico a ore e ore di pause. Già da stasera ci si aspetta una risoluzione completa dei problemi e un programma molto più fluido.

 

Articolo precedenteBenvenuti a Esperança! Tutto quello che c’è da sapere sulla nuova mappa di Overwatch 2
Articolo successivoFIFA 23: ecco i “One to Watch”, il primo evento dell’anno!
Pen and paper.