Home Fifa FIFA 23: gli stili di corsa fanno davvero la differenza?

FIFA 23: gli stili di corsa fanno davvero la differenza?

L’argomento stili di corsa è letteralmente esploso negli ultimi giorni nella community di FIFA 23 dopo che, alcuni utenti, hanno constato come sia possibile cambiare la tipologia di corsa del giocatore con un differente stile intesa.

Cerchiamo quindi, prima di ogni cosa, di capire cosa siano queste “corse” e come il giocatore può venir effettivamente influenzato da esse.
Disclaimer iniziale: questo discorso è applicabile solamente alla versione next gen di FIFA 23. Gli utenti Ps4 e Xbox One non avranno questa feature in game.

Avevamo già parlato estensivamente delle varie tipologie di sprint quando furono annunciate nelle prime pitch notes dedicato al nuovo capitolo EA (che potete leggere qui se interessati) e constatato come siano necessarie alcune statistiche precise per ottenere una corsa rispetto a un’altra.
In totale sono 3: controllata, esplosiva, e duratura. La controllata è la classica corsa mentre esplosiva e duratura differiscono da loro. Mentre la prima sarà molto efficace in fase di accelerazione ma meno in termini di velocità pura, la seconda privilegerà lo scatto sul lungo periodo sacrificando il primo passo.

I numeri necessari per ottenere le varie tipologie sono qui sopra, teneteli a mente perché vi serviranno quando toccherà a voi provare a cambiare lo stile di corsa del proprio giocatore.

Andando al sodo del discorso, alcuni giocatori (un numero limitato) sono borderline tra una tipologia e l’altra per via delle loro statistiche e alcuni stili intesa come Architetto o Motore vi aiuteranno a raggiungere i numeri necessari.
Prendiamo Haaland come esempio pratico e affidiamoci a Futbin per verificare questa teoria (vi consiglio SEMPRE di usarlo in quanto ve lo calcolerà in automatico).
La sua carta con lo stile intesa base avrà una corsa “lenghty“, ossia duratura. Quindi sarà lento a partire ma molto efficace una volta lanciato, rendendo la punta forte e alta l’ideale per un gameplay come quello di FIFA 23.

Mettendo invece Motore, potrete notare come passerà a “controlled” e quindi controllato. Sarà più veloce sul primo passo e costante in base ai suoi numeri. Una modifica che può risultare cruciale per alcuni giocatori e che cambia di punto in bianco l’opinione che si può avere su una carta.

Il meta di FIFA 23 al momento premia la corsa prolungata ed è il motivo principale per cui Haaland è uno degli attaccanti migliori del gioco. Non solo gli attaccanti però perché anche i difensori e i centrocampisti potranno subire queste modifiche e alcuni di loro saranno molto più efficaci con uno stile prolungato.

Il consiglio numero uno è quello di usare Futbin e tentare, statistiche alla mano, di modificare qualche numero. Non aspettatevi miracoli: le differenze evidenti si sentono su pochi giocatori con numeri già di loro eccezionali, chi sarà lento resterà comunque lento.
Questo è un piccolo trucchetto che al momento premia la corsa prolungata, in attesa di eventuali patch e che finalmente rende simpatico il testing di nuovi stili intesa e lo studio di nuovi parametri, oltre ad ampliare un meta stantio da anni (Haaland è meta!).

Articolo precedenteWorlds 2022: Fnatic e DRX ai group stage!
Articolo successivoRivelato il preview della preseason!
Pen and paper.