Home League of Legends Guide League of Legends: Analisi patch 12.19

League of Legends: Analisi patch 12.19

La prima patch verso la preseason 2023 ci porta già delle grosse novità: il rework di Syndra, moltissimi cambi ai campioni e un enorme numero di skin a tema Spirit Blossom.
Una cosa curiosa è che su 18 campioni interessati solo due sono stati nerfati mentre tutti gli altri hanno ottenuto dei buff.

Cambiamenti ai Campioni

Il rework di Syndra è sicuramente l’highlight della patch, ma non ne voglio discutere troppo dato che ne è già stato ampiamente parlato nell’articolo ad esso dedicato. Mi limiterò a dire che la sua nuova identità è estremamente interessante ed ha il potenziale di diventare uno dei campioni più skillati del gioco e non vedo l’ora di vederla in azione.

Partirei quindi da Blitzcrank che ha ottenuto dei cambiamenti peculiari che potenziano il lato combattente del campione per cercare di portare il golem nella corsia superiore e, forse, in giungla; ora i suoi attacchi base potenziati dalla W infliggono danni percentuali alla vita massima e la E, se usata su un nemico non-campione, infligge danni extra. Personalmente la vedo dura che questo campione diventi forte in un ruolo diverso dal supporto perché senza la sua Q il personaggio è abbastanza inutile, quindi investire gold su di esso è un po’ uno spreco.

Passando agli altri 15 campioni che hanno ottenuto dei buff posso dire che l’obiettivo della patch è il seguente: aumentare i danni nel mid-late game. Tutti i potenziamenti hanno interessato gli scaling AP, e alle volte AD, dei campioni interessati per cercare di riportare alla luce molti campioni che non stavano riuscendo a performare a seguito della durability patch.
L’unico campione che devia un po’ da questo trend è Nasus che riceve dei buff anche alla ultimate ed al raggio di attacco che potrebbero rendere questo campione molto pericoloso. Se consideriamo questi cambiamenti con la prepatch in mente, e in particolare gli oggetti che aumentano le dimensioni, Nasus potrebbe colpire gli avversari da una distanza molto lunga risolvendo quindi il problema del kiting che lo affligge da sempre.

Cambiamenti ai sistemi e agli oggetti

Non ci sono molti cambiamenti agli oggetti se non quello all’Eclisse, questo item viene modificato per essere più indicato per i combattenti, che hanno sempre fatto ampio uso di questo mitico, e meno appetibile per gli assassini. Per quanto questa sia un’idea giusta rischia di limitare la selezione di oggetti per gli assassin che si vedevano già a corto di oggetti mitici forti.

Articolo precedenteWorlds 2022: tutti i team presenti al Group Stage
Articolo successivoSi parte! Via! Overwatch® 2 è scaricabile gratuitamente su console e PC con nuovi eroi, mappe e molto altro
Jack of all games, Master of all.