Home League of Legends Si cambia in casa Fnatic: Hilyssang e Upset pronti all’addio

Si cambia in casa Fnatic: Hilyssang e Upset pronti all’addio

Continuano i terremoti e gli scossoni in LEC in quella che si sta rivelando essere una offseason di fuoco ma anche terribile per alcuni giocatori.
I primi a muovere le proprie pedine sono stati i G2 che si sono assicurati in primis le prestazioni di Hans Sama e poi affiancato al francese Mikyx in un ritorno di fiamma imprevisto a dir poco.

I Team Heretics hanno confermato Jackspektra nel proprio roster e preso Mersa come supporto, gli Excel si sono fiondati su Odoamne non appena saputo del suo addio ai KOI e bloccato Xerxe nella giungla. Insomma i team si muovono e le notizie vengono a galla prima del previsto, questa volta è il turno di parlare dei Fnatic e del loro 2023, l’ennesimo anno dedicato a una ricostruzione e al tentativo di vincere un titolo domestico che manca dall’estate 2018.

Del roster che aveva raggiunto la finale mondiale era rimasto soltanto Hilyssang ma la prossima stagione segnerà di fatto un punto di svolta per l’organizzazione nero arancio visto che anche il supporto è in procinto di abbandonare la squadra dopo 5 anni insieme. Il bulgaro si è guadagnato nel tempo il rispetto di tutta la scena mondiale con le sue giocate al limite dell’estremo e, insieme ai suoi tiratori, rappresentato una minaccia per qualsiasi regione del mondo.
Uno dei simboli recenti del team lascia nel momento più adatto: il ciclo è finito da tempo e il tentativo recente di costruire un superteam pensando che affiancare stelle possa essere la chiave del successo ha portato risultati alterni. Per questo nel ruolo di supporto si ripartirà da Rhuckz, proveniente dall’academy con anni di esperienza nelle ERL ed esordiente nei play-in al posto proprio del “professore”.

Non ci sarà però Upset al suo fianco in quanto anche il tedesco sembrerebbe essere prossimo all’addio dopo due stagioni dove si è confermato al top ma non ha mai vinto quel titolo che lo avrebbe consacrato definitivamente. Nomi per il prossimo tiratore ancora non ce ne sono: è spuntato quello di Exakick degli LDLC ma c’è sempre Bean in academy che meriterebbe una chance e perché no la suggestione Rekkles.

Una rivoluzione in piena scala che quasi certamente comprenderà anche Yamato e forse Razork e Wunder, lasciando Humanoid come centro gravitazionale di un altro progetto volto a superare i risultati del precedente. Con i Fnatic però mai dire mai, noti per essere sotto l’occhio del ciclone quando possibile, questa finestra di mercato ci dirà sicuramente di più sulle loro ambizioni.

Articolo precedenteFIFA 23: Osimhen e Mané i migliori di una Squadra della Settimana scarna
Articolo successivoWorlds 2022: T1 vs DRX è molto più di Faker vs Deft
Pen and paper.