Home League of Legends Che succede in LCS? Doublelift pronto al ritorno!

Che succede in LCS? Doublelift pronto al ritorno!

L’off season che sta rifacendo il trucco in LEC si sta anche muovendo, seppur più silenziosamente, in Nord America.
Il mondiale casalingo e il fallimento in termini di risultati da parte dei partecipanti ha innescato l’ennesima rivoluzione che porterà molte squadre ad avere un completo nuovo roster ai blocchi di partenza della prossima stagione. Tra ritorni che avrebbero dell’assurdo e guai economici vediamo come si stanno muovendo le migliori organizzazioni in LCS.

Partiamo da chi il mondiale non l’ha giocato, ossia i Team Liquid.
Come detto e ripetuto più volte, la squadra gestita da Steve punterà fortissimo sui giovani: dopo aver detto addio ad Hans Sama nella giornata di ieri è toccato anche a Bjergsen. Bwipo sembrerebbe essere il prossimo nella lista mentre Corejj dovrebbe guidare un nuovo roster giovane e con una forte presenza coreana.

Dove andrà quindi Bjergsen? La domanda che adesso in molti si stanno facendo e che sembrerebbe avere già una risposta. Secondo alcuni rumors riportati da Travis Gafford, Bjergsen parrebbe essere intenzionato a giocare insieme a Doublelift, in quello che sarebbe un ritorno alle competizioni dopo ben due anni di inattività. Il tiratore più volte vincitore del titolo LCS e il midlaner danese avrebbero trovato nei 100 Thieves l’organizzazione disposta a scommettere sui due veterani nella speranza di creare un roster di altissimo livello. Insieme a loro ci sarebbe Busio come supporto, direttamente dall’academy, Closer o Spica come jungler e un toplaner tutto nuovo. Intanto i “ladri” hanno rilasciato tutto il loro coaching staff e sarebbero alla ricerca di un nuovo nome per guidare questo roster a dir poco stellare.

TSM che dopo aver detto addio a Spica si trovano in guai finanziari non indifferenti.
A seguito della riduzione del personale nell’ultimo periodo, il fallimento economico di FTX che aveva una partnership pluriennale da 210 milioni di dollari con il team di Reginald sembrerebbe costringere quest’ultimo ad andare “full budget” per la prossima stagione, ossia puntare su giocatori poco costosi, possibilmente giovani e non di ultimo grido.

Chi invece sta investendo tanto sono i Flyquest! Con l’obiettivo di arrivare finalmente in alto si è decisi di affidare le chiavi del progetto interamente a Papa Smithy, fidandosi del suo passato in 100 Thieves e della sua capacità di creare un ambiente vincente e basato su giovani di gran talento. Presidente e Chief Gaming Officer, queste le cariche ufficiali e una responsabilità importante proprio per lui che si era dichiarato pronto per una nuovissima avventura molto stimolante.

Tocca quindi parlare di Cloud9 ed Evil Geniuses.
I campioni in carica hanno già fatto le loro mosse per la prossima stagione: è stato dato il benservito a Jensen dopo soli 6 mesi e si è puntato fortissimo su due talenti ERL come Diplex ed Emenes per la corsia centrale. Il primo è da tempo pronto per un’esperienza simile ma non ha mai trovato porte aperte in LEC, il secondo ha avuto secondo i rumor dei grossi problemi comportamentali in Excel ma dimostrato più e più volte di essere un gran giocatore sulla Landa. Diplex farà parte del main roster, Emenes dell’academy.

Gli EG restano invece con l’incognita Danny che a questo punto potrebbe anche ritirarsi per sempre dal competitivo di League of Legends dopo aver abbandonato la squadra prima dei mondiali per concentrarsi sui suoi problemi di salute mentale. Piccola disputa invece sulla toplane: Tenacity è il prescelto per il ruolo ma i 100 Thieves stanno bloccando il trasferimento a quanto pare, non volendolo vedere nelle file di una diretta rivale.

Si conclude qui la carrellata dedicata a tutte le mosse dei grandi team LCS fino a questo giorno. Ricordando che sono ancora rumors e come tale vanno trattati e che ogni accordo è verbale, ossia rompibile in qualsiasi momento.

Articolo precedenteLEC: Aggiornamento roster in tempo reale!
Articolo successivoThe Game Awards e i DRX: Campioni del mondo non considerati!
Pen and paper.